climatizzatore aria da parete
Aziende

Che potenza deve avere un condizionatore d’aria ?

Anche se questa non è stata finora un’estate particolarmente calda, capita quasi sempre in questo periodo di farsi venire la voglia d’installare un condizionatore d’aria in casa.

Generalmente ci si reca in un grande magazzino e  tra una corsia e l’altra si cerca di capire quale macchina sia più adatta alle nostre esigenze. Se per la discriminante prezzo non serve alcuna guida e per la Marca abbiamo chi più chi meno capacità di scelta, la cosa si complica quando l’addetto ci domanda, quante BTU ? – Allora il panico prende il sopravvento e lì confessiamo la nostra ignoranza.

Nessun Panico, quello che ci serve è  un semplice e rapido calcolo che possiamo fare tranquillamente da soli. Certo non sarà preciso come quello eseguito da un ingegnere termoidraulico, o dal mio amico Piero del centroserviziclimasrl.it di Torino,  ma vi assicuro che il risultato sarà ugualmente soddisfacente. Quello che ci occorre è una calcolatrice, un metro, una bussola o almeno guardare  da  che parte sorge il sole.

Giusto per colmare la prima lacuna che ci ha mandato in crisi, definiamo cos’è una BTU:

BTU (British thermal unit ) 

è una unità di misura dell’energia solitamente utilizzata nei calcoli del potere refrigerante degli impianti di condizionamento, e rappresenta la quantità di calore richiesta per innalzare da 60 a 61 °F la temperatura di 454 grammi d’acqua.

Essendoci corrispondenza diretta con i più  familiari Watt,  possiamo esprimere questa relazione: 1W = 3,416 Btu , da cui si evince che per passare  da BTU a WATT si divide per 3,416, mentre per passare da WATT a BTU si moltiplica per 3,416.

Ora che sappiamo cos’è  una BTU vediamo come calcolare quelle che occorrono per raffrescare casa nostra.

BTU occorrenti per le  superfici calpestabili

Per ogni stanza che vogliamo raffrescare, misuriamo le superfici e sommiamole. Moltiplichiamo poi il valore ottenuto  per 350 BTU. Questa valore, senza entrare troppo nel dettaglio, rappresenta l’energia che mediamente occorre per  mantenere fresco il vostro metro quadrato di appartamento.

BTU occorrenti per le  superfici finestrate

Anche in questo caso, per ogni porta o finestra calcolate la superficie e verificate l’esposizione al sole. Moltiplicate poi la superficie per  150 BTU se l’apertura è rivolta a Nord / NordOvest e per 900 BTU se l’apertura è rivolta a Sud / SudEst.

BTU occorrenti per la presenza Umana 

Per ogni persona che normalmente vive in casa aggiungete 400 BTU, se sono obese fatele dimagrire o raddoppiate le BTU.

BTU occorrenti per la presenza di apparati elettrici.

Per ogni apparato elettrico sempre connesso alla rete,  verificate la potenza massima in WATT e moltiplicatela per  3,15.

Conclusioni

Ora sommate tutte le BTU precedentemente calcolate e arrotondate il risultato alle 1000 BTU superiori, tornate dall’addetto del Negozio e orgogliosamente comunicategli il risultato dell’operazione, e così finalmente anche voi potrete installare un condizionatore d’aria in casa.

Comments Off on Che potenza deve avere un condizionatore d’aria ?